Papa Francesco per la Giornata della memoria scrive al rabbino Skorka

Papa Francesco (Foto: Spencer Platt/Getty Images)

Papa Francesco ha voluto inserire il suo messaggio di speranza all’interno del coro di voci che sta caratterizzando questa Giornata delle memoria 2014. Bergoglio ha deciso di inviare una lettera in spagnolo al proprio amico e collega rabbino di Buenos Aires, Abraham Skorka. Nella missiva, la quale sarà letta nel corso di questa sera in occasione del concerto intitolato “I violini della speranza”, Francesco parla dell’Olocausto come di una vergogna per l’intera umanità che non deve essere in alcun modo ripetuta.

Ed è sulla musica, anche in virtù dell’evento durante il quale verrà reso pubblico l’intero contenuto della lettera, che il pontefice si è focalizzato. Papa Francesco ha parlato dei violini che suoneranno questa sera come di un ricordo delle “lacrime storiche” dei detenuti nei lager nazisti ed ha invitato gli ascoltatori ad accogliere dentro sé ” il forte desiderio di impegnarsi perché mai più si ripetano tali orrori”.

 

Redazione online