Rapporto Gdf 2013: crescono del 25% i sequestri dei prodotti contraffatti

Comando operativo della Guardia di Finanza (Getty images)

Nel Rapporto 2013 la Guardia di Finanza (Gdf) ha pubblicato i dati sui sequestri dei prodotti contraffatti in Italia.

La Gdf ha reso noto che nel 2013 sono stati sequestrati oltre 130 milioni di prodotti contraffatti recanti falsa indicazione d’origine o pericolosi per la salute.
Un dato che come sottolinea il rapporto registra una crescita superiore al 25% rispetto al 2012.

In totale si contano 9.445 responsabili denunciati all’autorità giudiziaria in 11.409 interventi, una media di 30 al giorno.
Tra le persone denunciate si sono evidenziati 252 affiliati ad organizzazioni criminali dedite alla produzione e rivendita di prodotti contraffatti.

Tra i prodotti sequestrati: quelli del settore dell’abbigliamento per quasi 22 milioni di pezzi, i giocattoli (13 milioni), elettronica (quasi 42 milioni), ma anche beni di consumo (53 milioni di pezzi) tra cui cosmetici, pezzi di ricambio per auto e prodotti per l’igiene.

Secondo il rapporto, Toscana, Veneto, Campania, Marche, Lombardia e Lazio sono le regioni in cui le imprese del falso, per eludere i controlli doganali, assemblano le merci di scarsa qualità per poi confezionarle con i marchi contraffatti.

Il settore delle contraffazioni interessa anche gli acquisti on-line dove si riscontra una sempre maggiore diffusione: tanto che si apprende che nella rete, la Gdf ha sequestrato e bloccato l’accesso a 84 piattaforme web illecite che commerciavano prodotti falsi o consentivano agli utenti il download illegale di software, giochi e prodotti multimediali. Interventi della Gdf che registrano una crescita del 60% rispetto al 2012.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Rapporto Gdf 2013: sprechi e truffe ai danni dello Stato sono costati 5 miliardi
Rapporto GdF 2013: evasione ammonta a 52 mld di euro, 30% scontrini irregolari