Ancona, insegue la ex con l’ambulanza

Ambulanza (getty images)
Ambulanza (getty images)

Un anconetano di 36 anni è stato denunciato dalla locale Questura per violenza privata, molestie e interruzione di un servizio di pubblica utilità; l’uomo si è reso infatti protagonista, qualche sera fa, di un incredibile inseguimento nei confronti della sua ex, avvenuto a bordo di un’ambulanza di un’associazione assistenziale, alla guida della quale si trovava in qualità di autista ufficiale. A dare l’allarme, la donna che in piena notte ha chiamato il 113 in preda al panico.

L’intervento tempestivo delle volanti della polizia ha evitato che l’uomo, una volta raggiunta la sua ex, potesse compiere qualche gesto inconsulto. Secondo la ricostruzione, l’innamorato deluso avrebbe anche utilizzato l’altoparlante in dotazione all’ambulanza per chiedere alla donna di fermarsi. Sembra superfluo aggiungere che adesso rischia il licenziamento, oltre a seri guai di natura penale.

Secondo quanto riferisce la locale edizione del ‘Resto del Carlino’, il direttore operativo della pubblica assistenza, Roberto Sordoni, ha bollato come “una bambinata” il gesto dell’uomo, tentando però di prenderne in qualche modo le difese sul piano professionale: “Lavora con noi da dieci anni e non ha mai causato problemi: un gran lavoratore, tranquillo, sempre professionale e disponibilissimo. Ho parlato con lui al telefono, e ha di molto ridimensionato l’accaduto”.

Redazione online