Crotone. La GdF denuncia danno erariale verso lo Stato per 13 milioni di euro

Comando operativo della Guardia di Finanza (Getty images)
Comando operativo della Guardia di Finanza (Getty images)

Un’indagine condotta dalla Guardia di Finanza locale ha denunciato oggi alla Procura Regionale della Corte dei Conti catanzarese un’operazione fraudolenta che sarebbe stata messa in atto da parte della società Eurosviluppo industriale. Secondo quanto scoperto dalla GdF, fondi per 13 milioni di euro provenienti dal Ministero per lo Sviluppo Economico stanziati per la realizzazione di un piano industriale relativo alla filiera energetica in località Scandale non sarebbero mai stati impiegati secondo le clausole concordate tra l’ente intestatario dell’appalto e il dicastero.

L’opera non sarebbe mai stata realizzata e il direttore amministrativo della società Eurosviluppo sarebbe attualmente indagato per danno erariale nei confronti dello Stato. Lo stesso recupero dei fondi stanziati è risultato difficoltoso a causa dello spostamento di capitali su conti esteri del denaro percepito dalla ditta.

La Guardia di Finanza ha fatto sapere che l’area di Scandale, la quale avrebbe dovuto beneficiare dello stanziamento, si è ritrovata di fatto a dover scontare le promesse disattese e non potrà godere, oltre che dell’apparato industriale, dei 240 posti di lavoro che la realizzazione dello stesso avrebbe comportato.

 

Redazione online