Il Consiglio dei Ministri approva piano per la ricerca e lo sviluppo

Mariachiara Carrozza, Ministro dell'Istruzione (Getty images)
Mariachiara Carrozza, Ministro dell’Istruzione (Getty images)

Enrico Letta ha presentato oggi insieme ai ministri Maria Chiara Carrozza, Carlo Trigilia e Flavio Zanonato in rappresentanza dei Ministeri all’Istruzione, della Coesione Territoriale e allo Sviluppo Economico lo stanziamento di fondi strutturali a sostegno della ricerca e del lavoro di sinergia tra imprese e innovazione scientifica.

I fondo stanziato dal Consiglio è di 250 milioni di euro complessivi e prevede diversi piani d’intervento, tutti finalizzati a rilanciare la ricerca in Italia e ad incentivare l’attività d’impresa con il contributo di laureati e ricercatori specializzati. 1.800 dottorati di ricerca verranno finanziati attraverso il PON, l’ente che si occupa di ricerca scientifica, innovazione tecnologica ed alta formazione. Progetti saranno avviati per garantire la prospettiva di ricerca internazionale delle piccole e medie imprese e l’assunzione all’interno delle ditte italiane di almeno un laureato o ricercatore.

“Sono atti e decisioni che partono in questo momento”, ha affermato Letta. “I ministeri competenti fanno partire i bandi”, ha aggiunto il premier, affermando che, qualora il piano dovesse funzionare, il governo è disposto a ripeterlo per i sei anni a venire.

 

Redazione online