Senegal: albergatore italiano trovato ucciso

Spiaggia a Dakar (SEYLLOU DIALLO/AFP/Getty Images)
Spiaggia a Dakar (SEYLLOU DIALLO/AFP/Getty Images)

Un brutta notizia dal Senegal. Un italiano è stato trovato morto nell’albergo di Dakar dove alloggiava. Si tratta di Gaetano Uva, un albergatore di 60 anni che viveva a Monte San Savino, in provincia di Arezzo, dove gestiva un bed and breakfast.

Non si conoscono ancora i motivi del suo viaggio in Senegal, se fosse nel Paese africano per lavoro o per turismo. Al momento si sa solo che Gaetano Uva è stato ritrovato nella sua camera d’albergo morto, probabilmente ucciso, poiché era in un lago di sangue. A quanto si apprende e stando a quanto riportano le agenzie di stampa, l’uomo sarebbe stato sgozzato. La polizia senegalese sta indagando sull’accaduto.

Uva non dava più notizie alla famiglia dallo scorso 28 gennaio, giorno in cui è arrivato a Dakar. Il suo cadavere è stato trovato la sera del 29 gennaio, ma la notizia della sua morte è arrivata in Italia solo ieri. Gaetano Uva era nato a Calgary in Canada e aveva la doppia cittadinanza italiana e canadese. Viaggiava spesso all’estero ed era arrivato in Senegal in auto, partendo dall’Italia e attraversando la Spagna e il Marocco. Alloggiava all’Hotel Hong Kong di Dakar.

Redazione