Papa Francesco: chi non sente il bisogno della misericordia di Dio non vada a messa

Papa Francesco (Getty images)
Papa Francesco (Getty images)

Durannte consueta udienza generale del mercoledì, oggi, Papa Francesco ha richiamato i fedeli cattolici alla loro coscienza e responsabilità di credenti. “Se ognuno di noi non si sente bisognoso della misericordia di Dio, non si sente peccatore, è meglio che non vada a messa“, ha detto il Pontefice.

Nella sua esortazione ai fedeli il Papa ha spiegato: “A volte qualcuno chiede: ‘Perché si dovrebbe andare in chiesa, visto che chi partecipa abitualmente alla Santa Messa è peccatore come gli altri?'”. “In realtà – ha detto Francesco -, chi celebra l’eucaristia non lo fa perché si ritiene o vuole apparire migliore degli altri, ma proprio perché si riconosce sempre bisognoso di essere accolto e rigenerato dalla misericordia di Dio, fatta carne in Gesù Cristo”. “Se ognuno di noi non si sente bisognoso della misericordia di Dio, non si sente peccatore, è meglio che non vada a messa: andiamo a messa perché siamo peccatori e vogliamo ricevere il perdono di Gesù, partecipare della sua redenzione. Quel ‘Confesso’ che diciamo all’inizio non è un ‘pro forma’, è un vero atto di penitenza!”, ha affermato il Pontefice.

Quindi Papa Francesco si è rivolto al cuore dei fedeli, chiedendo loro, quando vanno a messa: “Amiamo come Gesù vuole che amiamo quei fratelli e sorelle più bisognosi?”. Il Pontefice ha fatto riferimento al dramma dell’alluvione che ha colpito alcuni quartieri di Roma, nei giorni scorsi, e al disagio sociale causato dalla crisi, invitando i fedeli in Piazza San Pietro ad aiutare e pregare per chi soffre a causa di queste sventure. Papa Bergoglio ha osservato come molte persone vanno invece a messa per “chiacchierare: hai visto come sta vestito quello o quella? A volte si fa nella messa, ma quello non si deve fare!”, ha ammonito. Invece, ha aggiunto, “Dobbiamo preoccuparci perché i nostri fratelli e sorelle hanno bisogno: una malattia, un bisogno. Pensiamo a questi fratelli e sorelle che hanno oggi problemi qui a Roma: problemi per la pioggia, per questa tragedia, e problemi sociali del lavoro. E chiediamo a Gesù che vediamo nella eucaristia che ci aiuti ad aiutarli“, ha esortato il Papa.

Redazione