Un anno dalla morte di Reeva Steenkamp. Pistorius torna a parlare

Oscar Pistorius  (Getty Images)
Oscar Pistorius (Getty Images)

Era l’eroe dello sport paralimpico, simbolo di una forza che non si ferma di fronte alla disgrazia della perdita di due arti e continua a correre, all’apice del suo successo è divenuto un mostro dopo aver ucciso, esattamente un anno fa, la sua fidanzata Reeva Steenkamp.

Era il giorno di San Valentino quando nella sua casa di Pretoria Oscar Pistorius servendosi di un’arma da fuoco la modella Reeva che con lui, da tempo, aveva intrapreso una relazione sentimentale.

Oggi, a 12 mesi di distanza e dopo essere stato condannato dal tribunale di Pretoria che ha vagliato il suo caso, Pistorius è tornato a parlare. Lo ha fatto attraverso un intervento su oscarpistorius.com, il su ex sito web ufficiale, con queste parole: “Nessuna parola è in grado di esprimere adeguatamente i miei sentimenti riguardo all’incidente devastante che ha causato così tanto dolore per coloro che amavano – e che continuano ad amare Reeva”.

“La perdita di Reeva e il grande trauma di quel giorno, me li porterò con me per il resto della vita”.

Redazione online