Camera. Il dl su abolizione finanziamento pubblico ai partiti è legge

L'Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
L’Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

E’ stato definitivamente approvato il disegno di legge sul finanziamento ai partiti oggi alla Camera dei Deputati approvato dal Consiglio dei Ministri del governo presieduto da Enrico Letta. Con il disegno di legge si abolisce ufficialmente il finanziamento pubblico rivolto ai gruppi politici.

Il provvedimento è il risultato di un compromesso e prevede il sostentamento dei partiti attraverso un sistema di donazioni che non potranno superare il tetto dei 100.000,oo euro a persona e per mezzo di fondi guadagnati con il 2×1000.

Il compromesso non soddisfa il Movimento 5 Stelle che lo valuta come un gioco al ribasso, come una delle prese in giro che, secondo Grillo e compagnia, questo governo avrebbe propinato ai cittadini. Soddisfazione, invece da parte del Pd, con queste dichiarazioni di De Maria: “Così rafforziamo le istituzioni e rispondiamo al messaggio di rabbia e odio del Movimento 5 Stelle che strumentalizza la crisi e la sofferenza degli italiani. Il nostro modello di finanziamento è valido, ma per ricostruire il rapporto fra cittadini e istituzioni serviva una riforma come quella che abbiamo oggi”.

 

Redazione online