Luis Alberto Orellana (Elisabetta Villa/Getty Images)

Luis Alberto Orellana (Elisabetta Villa/Getty Images)

Il blog di Beppe Grillo ospita oggi un nuovo post, scritto da un attivista del Movimento 5 Stelle, che prende di mira Lorenzo Battista, Fabrizio Bocchino, Francesco Campanella e Luis Alberto Orellana, quattro senatori del movimento che ieri avevano espresso “perplessità circa il metodo usato da Grillo nel corso del confronto in streaming con un certo Renzi”.

Rimprovera il breve post dell’attivista: “Chi sono questi 4 senatori? Quanto consenso hanno portato al M5S tutti insieme? Le televisioni di stato riportano lo streaming con tagli mirati ad oscurare la pietosa difficoltà in cui si è trovato il citato Renzi per tutta la durata del confronto. Perché questi 4 signori non denunciano questo comportamento scorretto, lesivo del diritto ad una informazione corretta e lesivo pure della dignità di coloro che conducono certe trasmissioni?”.

I quattro senatori, tra i quali c’è anche Luis Orellana, candidato dal Movimento 5 Stelle alla presidenza del Senato della Repubblica, avevano affermato ieri: “Molti nel Movimento sono appagati dal fatto che Grillo ‘gliele abbia cantate forte e chiaro’. Ma riteniamo che per esprimere valutazioni, il tempo e i mezzi non ci manchino. Per chiedere risposte precise, invece, bisognerà aspettare la prossima occasione. Questa l’abbiamo perduta”.

Su Twitter, difende i quattro senatori il responsabile Comunicazione del Pd, Francesco Nicodemo: “Mettere alla gogna i 4 dissidenti con un post sul blog serve come avvertimento per tutti gli altri. Sì Grillo&co hanno decisamente paura”.

Nei giorni scorsi, il blog di Grillo aveva contestato, con il medesimo metodo del post firmato da un attivista, il senatore Roberto Cotti, per un’intervista alla trasmissione ‘Ballarò’. Il post, uscito lunedì, si concludeva con un corsivo della redazione del blog di Grillo: “La presenza del portavoce Roberto Cotti non è stata concordata né con gli altri senatori né con il gruppo di comunicazione. E’ stata una sorpresa per tutti”.

Redazione online