Dissesto ambientale: in Italia 500mila frane all’anno

Frana (Giuseppe Stilo/AFP/Getty Images)
Frana (Giuseppe Stilo/AFP/Getty Images)

Su 700mila frane che complessivamente avvengono in Europa ogni anno, ben 500mila sono sul nostro territorio nazionale: è questo l’allarme lanciato al convegno dei geologi europei a Roma. Ha spiegato il presidente del Consiglio nazionale dei geologi italiano, Gian Vito Graziano: “L’Italia denota una grande incapacità nel programmare. Tre le cose da fare: nell’immediato puntare sugli investimenti, nel medio termine fornire la giusta consapevolezza alle persone, e nel lungo periodo pensare a una revisione della normativa”.

Secondo Graziano, “c’è da piangere” pensando che nel nostro Paese “Tre le cose da fare: nell’immediato puntare sugli investimenti, nel medio termine fornire la giusta consapevolezza alle persone, e nel lungo periodo pensare a una revisione della normativa. Eppure, la prevenzione costa 3-4 volte meno che il dover riparare i danni. Perdipiù in questo modo perdiamo cultura, turismo, immagine”.

Domenico Calcaterra, segretario generale della Federazione europea dei geologi, incalza sostenendo che su 30mila geologi in Europa, la metà sono italiani, e afferma: “Con la nuova figura dell’euro-geologo i nostri geologi saranno sempre più richiesti; da quest’anno il Consiglio nazionale dei geologi italiani potrà rilasciare autonomamente il titolo di euro-geologo con il quale il professionista potrà operare sul mercato europeo”.

Nel corso del convegno, molta preoccupazione è stata espressa nei confronti del Vesuvio. Sul tema, Graziano sottolinea come “del rischio vulcanico sembra ci sia meno consapevolezza”.

Redazione online