Scuola, ok definitivo della Camera a scatti di anzianità

L'Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
L’Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

L’Aula di Montecitorio ha approvato in via definitiva il decreto legge sugli scatti di anzianità della scuola, denominato “conversione in legge del decreto-legge 23 gennaio 2014, n. 3, recante disposizioni temporanee e urgenti in materia di proroga degli automatismi stipendiali del personale della scuola”. Il decreto legge sulla proroga degli scatti d’anzianità era uscito dal Consiglio dei Ministri lo scorso 23 gennaio durante la presidenza di Enrico Letta e la guida del dicastero Viale Trastevere da parte di Maria Chiara Carrozza.

Alla Camera, i sì sono stati 316, un no e 97 astenuti. Il testo non ha subito modifiche rispetto a quello approvato da Palazzo Madama, dove lo scorso 5 marzo erano stati 183 i favorevoli e 56 gli astenuti. Nelle scorse settimane, la situazione si era complicata a seguito del passo indietro del governo Letta in relazione al provvedimento che contemplava l’idea di un recupero di 150 euro sullo stipendio del personale scolastico. L’allora ministro Carrozza si era così spesa in prima persona per portare a casa il risultato di ottenere il via libera del CdM al decreto sugli scatti di anzianità.

Redazione online