Berlusconi: necessarie riforme istituzionali, miei figli non candidati

Berlusconi alla convention dei club Forza Silvio a Roma (Screenshot Rainews24)
Berlusconi alla convention dei club Forza Silvio a Roma (Screenshot Rainews24)

Cantando sulle note di Fratelli d’Italia, anche se alle parole “siam pronti alla morte” faceva qualche smorfia, Silvio Berlusconi ha aperto oggi a Roma, all’Auditorium Seraphicum dell’Eur, la prima convention dei club Forza Silvio, affiliati a Forza Italia. Prendendo la parola e rivolgendosi ammirato ad alcuni giovani presenti in platea, Berlusconi con il suo consueto tono pacato e accomodante è tornato a sottolineare la necessità di riforme istituzionali per l’Italia. La nostra Costituzione, ha detto, dà poteri a tutti tranne al governo. Un quadro delineato all’uscita dai vent’anni del regime fascista, per paura che quella dittatura potesse tornare, ma che di fatto ha reso il Paese ingovernabile e praticamente impossibile varare delle riforme importanti. “Da noi – ha spiegato Berlusconi – il premier non ha poteri, può togliersi la giacca e restare in camicia bianca, anche quando tutti rimangono con la giacca… – è stata la frecciatina per Renzi – ma non ha potere”. “L’unica cosa che può fare è scrivere l’ordine del giorno nel Consiglio dei ministri”, ha chiosato l’ex premier, rilevando per contrasto che “il capo dello Stato ha autorità assoluta sui decreti legge”.

Non è mancato l’attacco alla magistratura che ha definito “un superpotere, un contropotere che tiene sotto di sé il potere parlamentare e il potere esecutivo“. “La missione dei magistrati – ha proseguito Berlusconi – è di costruire una via giudiziaria al socialismo contro il capitalismo borghese, interpretando in modo creativo il diritto e le leggi”.

Infine l’ex premier ha smentito categoricamente qualsiasi ipotesi, circolata nei giorni scorsi, di candidatura dei suoi figli alle prossime elezioni europee, in particolare delle figlie Barbara e Marina. “Sono tutte invenzioni. I miei figli non saranno candidati nelle liste per le europee”, ha dichiarato Berlusconi.

Redazione