Fukushima: riattivato il sistema di decontaminazione dell’acqua

Fukushima, ispettori presso la Centrale nucleare in Giappone (Getty images)
Fukushima, ispettori presso la Centrale nucleare in Giappone (Getty images)

La Tokyo Electric Power (TEPCO), gestore della centrale nucleare di Fukushima, ha reso noto di aver riattivato il sistema di decontaminazione delle acque utilizzate per raffreddare i reattori danneggiati dopo che la scorsa settimana era stato sospeso a causa di un malfunzionamento dell’Advanced Liquid Processing System (ALPS)

La società aveva accertato che l’acqua non veniva depurata correttamente e presentava ancora enormi quantitativi di stronzio, un elemento chimico che viene prodotto durante la reazione nucleare.
Elemento pericoloso che non solo si accumula nelle ossa ma può anche causare diversi tipi di tumore negli esseri umani.

L’acqua da decontaminare è stipata in 1.200 serbatoi e una volta depurata dovrebbe essere riversata nell’oceano.

Redazione

LEGGI ANCHE:
Fukushima: malfunzionamento nel trattamento delle acque contaminate