L’Aja. Obama prima del Summit sul nucleare parla di unione con l’Europa sull’Ucraina

Barack Obama e Mark Rutte a L'Aja ( Jerry Lampen - Pool/Getty Images)
Barack Obama e Mark Rutte a L’Aja ( Jerry Lampen – Pool/Getty Images)

Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è giunto oggi in Europa per una visita diplomatica che lo terrà nel corso di tutta la settimana. La prima tappa di un viaggio che, in corrispondenza di giovedì prossimo, lo vedrà a Roma per incontrare Napolitano e Renzi, è stata L’Aja, dove si sta per svolgere un summit sul nucleare.

Nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Rijksmuseum di fronte a un Rembrandt Obama ha parlato di fianco al presidente olandese Mark Rutte. L’inquilino della Casa Bianca ha parlato brevemente ed ha esordito, come prevedibile, toccando l’argomento che sarà una delle tematiche principe del summit: la questione russo-ucraina. Obama ha fatto sapere che con l’Unione Europea c’è unità d’intenti sulle operazioni da mettere in campo e, soprattutto, sulla parte da prendere per far fronte alla crisi di Kiev e di Crimea.

Come secondo punto trattato durante l’incontro preliminare con Rutte, Obama ha detto “Abbiamo discusso di espandere il commercio dei nostri popoli. Possiamo fare di più, ma ringrazio il sostegno forte dell’Olanda per la partnership sul commercio”.

“Abbiamo parlato di sfide internazionali”, ha poi continuato Obama citando il problema relativo all’Iran e ai risultati finora raggiunti per quanto riguarda i trattati e gli accordi con cui gli stati occidentali sono riusciti a far desistere Teheran dalla corsa al nucleare. Il presidente USA ha parlato di “basi per una soluzione pratica”, facendo sapere che si continueranno “ad applicare le sanzioni” finché la situazione non sarà completamente risolta.

“Ribadiamo il nostro impegno per far fronte ai cambiamenti climatici”, ha poi concluso Obama toccando il suo ultimo punto. “L’Olanda si unirà ai nostri interventi e si sviluppano nuovi accordi sul piano del cambiamento climatico”.

Nei suoi ringraziamenti finali Obama ha voluto elogiare il ruolo del popolo olandese all’interno della storia internazionale: “Gli olandesi si sono sempre distinti per un attaccamento alla libertà delle nazioni”, ha affermato.

Redazione online