86enne ucciso a coltellate nel Varesotto, in manette il figlio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:49
Particolare di un'auto dei carabinieri (Getty Images)
Particolare di un’auto dei carabinieri (Getty Images)

I carabinieri della caserma di Saronno hanno arrestato un pregiudicato di 45 anni, Luca Alberti, con l’accusa di aver ucciso a coltellate, nella serata di ieri, il padre 86enne, Andrea, con il quale viveva un rapporto turbolento di convivenza sotto lo stesso tetto. L’uomo ha confessato l’omicidio nel cuore della notte, raccontando di come questo fosse avvenuto in seguito a una violenta lite.

Secondo quanto appreso dagli inquirenti, a determinare i litigi tra padre e figlio sarebbero state in particolar modo le condizioni di salute dell’anziano uomo, che da circa 15 anni soffriva d’Alzheimer. Diverse le coltellate inflitte da Luca Alberti al padre, di cui almeno una mortale, indirizzata alla scapola destra, che ha reciso l’arteria.

Sarebbe stato poi lo stesso uomo a chiamare i soccorsi del 118, ma per il padre non c’era più niente da fare. In breve tempo, nei pressi dell’abitazione sono giunte diverse pattuglie dei carabinieri. Tradotto in caserma intorno alle 23, Luca Alberti è crollato quasi subito davanti a quella che per gli uomini dell’arma era l’evidenza dei fatti, così – al termine dell’interrogatorio – il pm Nicola Rossato ne ha disposto l’arresto.

Redazione online