Vaticano. Papa Francesco accetta le dimissioni del vescovo sprecone

Un carro allegorico del carnevale di Meinz sul vescovo spendaccione (
Un carro allegorico del carnevale di Meinz sul vescovo spendaccione (

E’ stata accettata dalle autorità vaticane la richiesta di dimissioni presentata dal vescovo di Limburg Franz-Peter Tebartz-van Elst accusato dai propri fedeli di aver speso troppo per la ristrutturazione della sua abitazione. La lettera dell’ormai ex ecclesiastico tedesco è stata ricevuta dallo stesso Papa Francesco, il quale oggi ha dato notizia della decisione presa sulla sorte del vescovo. L’esito, tuttavia, era altamente probabile se si considera la retorica sulla povertà che Jorge Mario Bergoglio ha fatto propria in questo suo primo anno di pontificato e la lampante assenza di sintonia con il comportamento di Tebartz-van Elst.

Secondo quanto confermato dalla diocesi tedesca a seguito delle denunce effettuate dai frequentatori delle parrocchie della zona di Limburg, il vescovo sarebbe arrivato a spendere circa 31 milioni di euro per i lavori di rinnovo alla propria residenza e alla chiesa a cui questa è annessa. La spesa pare inoltre sia stata effettuata a fronte di un preventivo in base al quale i costi ammontavano a 5.5 milioni.

 

Redazione online