Scienza e tv, Luciano Onder medico ‘honoris causa’ a Parma

Luciano Onder (screenshot Rai)
Luciano Onder (screenshot Rai)

Festa in casa Rai: il vice direttore del TG2, Luciano Onder, che si occupa di divulgazione medico-scientifica da più di 30 anni attraverso il programma ‘Medicina 33’, è stato insignito oggi della laurea honoris causa in medicina e chirurgia dal rettore dell’Università degli Studi di Parma, Loris Borghi. Questa la motivazione del prestigioso riconoscimento: “La corretta e rigorosa informazione medica, condotta da più di trent’anni da Onder, ha contribuito enormemente alla divulgazione medico-scientifica in generale, riuscendo così ad avvicinare l’opinione pubblica e la gente comune a tematiche di grande importanza e di forte impatto sociale”.

Al termine della proclamazione, Onder, laureatosi in Storia moderna nel 1965 con relatore Renzo De Felice, ha esposto la sua lectio doctoralis dal titolo “La comunicazione in sanità. Il ruolo e la responsabilità dei media”. Dopo aver dato alle stampe molti saggi sul tema dei totalitarismi, il giornalista ha condotto nell’ultimo trentennio la notissima rubrica televisiva dedicata alla medicina e considerata uno dei fiori all’occhiello della programmazione del servizio pubblico italiano.

Soddisfazione dai vertici Rai, con la presidente Anna Maria Tarantola e il direttore generale, Luigi Gubitosi, che in una nota esprimono “il compiacimento loro e dell’intera azienda per la laurea magistrale honoris causa in Medicina e Chirurgia che è stata conferita oggi dal rettore dell’università degli studi di Parma, Loris Borghi, a Luciano Onder”. Piazza Mazzini ricorda come da oltre un trentennio “Onder si è occupato in Rai di divulgazione medico-scientifica e il suo Tg2 Medicina Trentatrè è tra i programmi più longevi. Negli anni, oltre ad assicurare al servizio pubblico un importante fascia di ascolto, ha registrato – grazie anche alla partecipazione di esperti qualificati – i migliori giudizi da parte dei telespettatori in tema di qualità e valore pubblico”.

 

Giuseppe Gabriele Mastroleo