Nove anni fa moriva Papa Wojtyla, sarà presto santo

Papa Giovanni Paolo II (Gianni Ferrari/Cover/ GettyImages)
Papa Giovanni Paolo II (Gianni Ferrari/Cover/ GettyImages)

Il 2 aprile del 2005, alle 21:37, dopo una lunga agonia, morì Papa Giovanni Paolo II. La notizia fece immediatamente il giro del mondo, tant’è che per omaggiare uno dei Papi più amati del Novecento, in centinaia di migliaia raggiunsero Roma per far sentire il calore delle comunità cristiane del globo al Pontefice. In Italia, molti esponenti politici decisero di sospendere la propria campagna elettorale a pochissime ore dalle elezioni regionali, poi vinte dal centrosinistra.

Il nono anniversario della morte di Papa Wojtyla cade a poche settimane dalla canonizzazione del defunto Pontefice, che avverrà il prossimo 27 aprile, insieme a quella del suo precedessore, Giovanni XXIII, il ‘Papa buono’. Tra le motivazioni dell’ascesa alla gloria dei Santi, annunciate dal prefetto per la Congregazione delle cause dei santi, Angelo Amato, “l’impegno a cui la vostra santità ci sollecita, la mite fermezza con cui questi due uomini hanno saputo affrontare tempi di radicali trasformazioni”.

Un pensiero affettuoso al Pontefice è arrivato dal cardinale Leonardo Sandri, sostituto alla Segreteria di Stato durante il papato di Giovanni Paolo II, che a ‘Radio Vaticana’ ha ricordato il momento in cui dovette annunciare la morte del Papa, affacciato su Piazza San Pietro: “L’emozione è stata grande, e adesso, alla luce di questa prossima Canonizzazione, avere annunciato proprio questo passaggio dalla terra alla Casa del Padre di un Santo, è per me ancora una doppia emozione: mi sento come indegno e lontano dal poter essere stato strumento, in quel momento, di uno che era stato proprio un evangelizzatore, un uomo di pace, un uomo di grande vita interiore come base di tutta la sua attività; di una persona che ha vissuto con grande austerità, con grande povertà tutto il suo ministero”.

Redazione online