Grillo: Renzi e Berlusconi sono finiti, diremo a Merkel di rivedere i trattati Ue

Beppe Grillo a Montecitorio (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Beppe Grillo a Montecitorio (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Dopo aver definito “vergognoso” l’incontro dell’altra sera tra Giorgio Napolitano e Silvio Berlusconi, il quale era salito al Colle per chiedere al Capo dello Stato la cosiddetta “agibilità politica” in vista della pena per la condanna nel processo Mediaset che dovrebbe essergli definitivamente inflitta il prossimo 10 aprile, Beppe Grillo ha dichiarato ai microfoni di SkyTg24 che “Berlusconi e Renzi sono finiti”.

Secondo il leader del Movimento 5 Stelle, infatti, sia Berlusconi che Matteo Renzi “sono persone che si sono invecchiate“. In particolare il nuovo Presidente del Consiglio, che secondo Grillo “è invecchiato precocemente“. Il leader a 5 Stelle ha poi precisato di non essere l’antagonista di Renzi: “Il vero antagonismo sono l’onesta, la democrazia di questo Paese. Il suo tentativo secondo me è già finito”, ha concluso.

“Ieri (mercoledì sera, ndr) un condannato in via definitiva ha chiesto e ottenuto di essere ricevuto dal presidente della Repubblica. Che messaggio viene dato al Paese? E questo sarebbe possibile in Gran Bretagna, Germania o Francia, o anche in Italia con Pertini o Ciampi? La risposta è ovviamente no”, aveva scritto ieri Beppe Grillo su facebook condannando l’incontro di Berlusconi con Napolitano al Quirinale.

Fermato dai giornalisti, oggi a Napoli, mentre usciva dall’albergo dove ha alloggiato per la seconda replica del suo tour “Te la do io l’Europa”, che si è tenuta ieri sera, Grillo ha detto che i Movimento 5 Stelle andrà al Parlamento europeo per convincere la cancelliera tedesca Angela Merkel a “rivedere tutti i trattati Ue”.

Redazione