Europee, con il Pd ‘spunta’ Marco Tardelli. L’ex campione azzurro: “Non sono ferrato in politica”

Marco Tardelli (Michael Steele/Getty Images)
Marco Tardelli (Michael Steele/Getty Images)

L’ex campione del mondo ai mondiali di Spagna 1982, Marco Tardelli, potrebbe essere candidato alle europee nelle fila del Partito Democratico. A sostenerlo, ieri, era il quotidiano ‘L’Unità’. L’ex calciatore, che con il suo urlo dopo il gol del due a zero segnato nella finale mondiale di Madrid divenne il simbolo di quella Coppa del Mondo e della nazionale di Bearzot, non ha smentito, anche se la trasmissione di Raitre ‘Gazebò’ ha mandato in onda un video che sembrerebbe non avallare l’ipotesi della candidatura.

Nel video, girato a Londra, dove l’ex azzurro vive da qualche anno, si sente il premier Matteo Renzi dire a Tardelli: “E’ vero che hai un po’ di idee politiche? Ne sarei entusiasta?”. L’ex calciatore prima sorride e fa un cenno positivo, per poi dichiarare a un cronista che gli chiede una battuta: “In politica io non sono molto ferrato”. Intanto, intervenendo alla trasmissione ‘Agorà’, il deputato Pd Alfredo D`Attorre ribadisce che le liste dei candidati del Partito democratico saranno approvate mercoledì in Direzione nazionale, dove vedremo anche l`ipotesi Tardelli”.

Nel Partito Democratico, però, prosegue il totonomi, da Lucia Annibali, la giovane donna sfregiata con l’acido da due uomini ‘spediti’ dal suo ex compagno, che però sarebbe propensa a non candidarsi, all’architetto Stefano Boeri. Sarebbero riconfermati poi l’ex giornalista del Tg1 David Sassoli, il sociologo Pino Arlacchi, noto per il suo impegno contro la criminalità organizzata, e l’ex governatore del Piemonte, Mercedes Bresso.

Redazione online