Europee, la lista Tsipras esulta: “Raccolte 220mila firme in un mese”

Alexis Tsipras Syriza
Alexis Tsipras leader del partito della sinistra radicale greca Syriza (Getty Images)

Nonostante le polemiche legate ad alcune candidature e i sondaggi non proprio entusiasmanti, la lista ‘L’Altra Europa con Tsipras’, che mette insieme esponenti della società civile, dei movimenti di lotta nei territori e di partiti a sinistra del Pd, ha raccolto in appena un mese oltre 220mila firme in tutto il territorio nazionale, riuscendo così a presentarsi in tutte e cinque le circoscrizioni. Lo rende noto un comunicato diffuso poco fa dalla stessa lista.

Nella nota viene evidenzato: “L’Altra Europa con Tsipras si presenterà in tutte i cinque collegi nazionali forte della bellissima esperienza della raccolta delle firme che in un mese ha coinvolto migliaia di attivisti in tutte le città d’Italia e che registrato un’enorme interesse da parte dei cittadini mettendo a tacere tutti i commentatori interessati che predicavano il fallimento della raccolta”.

Già nel fine settimana scorso, durante la relazione introduttiva all’assemblea nazionale di Sel, Nicola Fratoianni, che è il coordinatore nazionale del partito guidato da Vendola, aveva annunciato il superamento delle 200mila firme, sottolineando che un “rush decisivo” era arrivato “con la manifestazione di Palermo quando all’appuntamento si è presentata una platea molto vasta”.

“Ed ora avanti verso l’Europa”, ha twittato entusiasta Antonio Mazzeo, candidato nella Circoscrizione Isole e tra gli esponenti più noti del movimento No Muos. Soddisfazione è stata espressa anche da Alessandra Quarta, attivista di ‘Officine Corsare’ e candidata nel Nord-Ovest, che sottolinea l’importanza di “incontri, banchetti, piazze, racconti e voglia di cambiamento, democrazia e partecipazione”. Positivo infine il commento di Claudio Riccio, candidato nel Sud Italia e già leader dei movimenti studenteschi contro la Gelmini: “E ora andiamo a compiere un’altra impresa: reinventare la sinistra, cambiare la politica, costruire un’altra Europa, riconquistare la democrazia”.

Redazione online