Violenza sulle donne, bufera su Nainggolan. Ma la moglie: “Solo un diverbio”

Radja Nainggolan (getty images)
Radja Nainggolan (getty images)

L’ex bandiera del Cagliari, recentemente passato in forze alla Roma, Radja Nainggolan, è nell’occhio del ciclone per un episodio avvenuto ieri pomeriggio nel centro del capoluogo sardo; alcuni passanti avrebbero notato un uomo e una donna litigare in auto e avrebbero chiamato le forze dell’ordine, che giungendo sul luogo identificavano in Claudia Lai, 32enne moglie del calciatore belga di origine indonesiana, la vittima della presunta aggressione.

A ricostruire la scena che i militari del Nucleo operativo radiomobile di Cagliari si sono trovati davanti è stato il comandante Paolo Floris, il quale ha raccontato: “Quando i militari sono arrivati la giovane era chiusa in auto e piangeva disperata. Il calciatore era nei paraggi, piuttosto nervoso, ma l’episodio era già avvenuto. La ragazza ci ha riferito di essere stata picchiata dal marito e per questo è stata accompagnata subito al pronto soccorso. All’aggressione, secondo il racconto della donna, avrebbe assistito anche la figlia dei due ma quando la nostra pattuglia è giunta sul posto la piccola non era presenta, forse era già stata allontanata”.

La donna se la caverà con venti giorni di prognosi, mentre Nainggolan rischia ora una denuncia per violenza privata, anche se su Twitter si è difeso: “Non ho assolutamente messo le mani addosso”. Poi ha spiegato che “problemi in famiglia esistono, ma mani addosso no”. Anche la moglie del calciatore ha voluto lanciare due tweet tesi a scagionare il compagno di vita, scrivendo prima “La vita di coppia è fatta di amori e litigi, i soldi non c’entrano” e poi aggiungendo: “Chi è che non litiga con il proprio marito? Si è trattato solo di un diverbio”.

Redazione online