Italia, Prandelli chiude le porte ai ‘grandi vecchi’. E sul codice etico…

Cesare Prandelli (Getty Images)
Cesare Prandelli (Getty Images)

 

Il tecnico dell’Italia Cesare Prandelli ha parlato nella giornata di ieri in una conferenza stampa in chiusura dei due giorni di test di Coverciano dove si sono alternati una quarantina di azzurri. Il Ct ha fatto il punto della situazione sui papabili per Brasile 2014.

Ecco alcune delle sue parole: ”Totti, Toni e Di Natale? Ho grande rispetto per questi grandi giocatori, non vorrei rispondere con due parole – riporta Sportmediaset -. Meriterebbero più spazio e ammirazione, preferisco dire che questi sono i giocatori che abbiamo scelto. Se ci saranno emergenze faremo riferimenti diversi. Mi piace che i giovani hanno fatto cambiare idee a molte persone. Codice etico? Sono convinto che tutti hanno capito ma siamo tutti tifosi e ognuno porta acqua al suo mulino. Ho parlato con i giocatori e nessuno ha obiettato a questa scelta. Non convocherò giocatori squalificati per questi atteggiamenti. Se qualcuno viene squalificato domenica per due giornate, certo non aggiungerò poi un’ulteriore squalifica. Non devo penalizzare una situazione già scritta. Balotelli l’avevo convocato perché aveva già scontato la squalifica. Cassano? Ho salutato tutti, non ho avuto tempo di parlare a livello individuale. Destro o Immobile? E’ un discorso che faremo più avanti”.