Processo Stato-mafia. Rigettata la richiesta di trasferimento a Caltanissetta

Corte di Cassazione, (Giorgio Cosulich/Getty Images)
Corte di Cassazione, (Giorgio Cosulich/Getty Images)

Continuerà a tenersi a Palermo il processo sul caso della trattativa Stato-mafia. La decisione è stata presa dalla Sesta sezione penale della Corte di Cassazione, la quale ha risposto alla richiesta di trasferimento dei lavori dal capoluogo siculo alla sede di Caltanissetta presentata dai difensori di tre imputati Mori, De Donno e Subriani, tutti ex ufficiali delle forze dell’ordine.

Agli interessati che avevano chiesto lo spostamento è stato inoltre richiesto dalla Corte di versare i soldi per la copertura delle spese processuali.

Redazione online