Milan in mani asiatiche? Fininvest smentisce

Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

Nella mattinata di oggi La Gazzetta dello Sport ha diffuso la notizia di una maxi offerta da 500 milioni di euro da parte di Peter Lim, magnate di Singapore, per rilevare il 70% delle quote azionarie del Milan. Secondo il noto quotidiano sportivo, anche l’imprenditore cinese Zong Quinghou sarebbe interessato al club rossonero ed avrebbe già avviato i contatti con Barbara Berlusconi. Si tratta del 2° uomo più ricco della Cina e possiede un patrimonio di ben 11.5 miliardi di dollari.

Il gruppo Fininvest, che detiene il controllo del Milan, sempre nella giornata odierna ha però smentito ogni voce attraverso una nota ufficiale che recita quanto segue: “In merito a indiscrezioni riportate dalla stampa, la Fininvest smentisce nuovamente ogni ipotesi di cessione del controllo del Milan“.

Nonostante questa smentita, restano concrete le intenzioni della famiglia Berlusconi di cedere quote minoritarie del club così come ammesso da Barbara nel corso della conferenza stampa di presentazione di Casa Milan, la nuova sede rossonera in via Aldo Rossi a Milano. La figlia del presidente onorario ha già effettuato un viaggio recentemente negli Emirati Arabi per sondare il terreno. Vedremo nei prossimi giorni se ci saranno nuovi sviluppi su questa vicenda. I tifosi milanisti sognano di rivedere la propria squadra ai vertici dopo alcune stagioni da comparsa.


Matteo Bellan