Milan, 4 opzioni per il dopo Seedorf

Clarence Seedorf (getty images)
Clarence Seedorf (getty images)

 

Il Milan e Clarence Seedorf, come sappiamo, sono ormai ai titoli di coda. Nonostante la squadra stia andando alla grande nell’ultimo mese e mezzo, sconfitta di Roma a parte, le strade si separeranno. Per motivi non strettamente legati al campo.

La Gazzetta dello Sport fa il punto della situazione e propone 4 nomi per la sua sostituzione. Partiamo dal favorito, Pippo Inzaghi. Fosse per Galliani sarebbe già seduto sulla panchina del Milan dopo l’esonero di Allegri, ma Berlusconi decise per Seedorf. Ora l’allenatore della Primavera rossonera sembra pronto al grande salto, dopo che a gennaio ha dovuto dire di no a malincuore alla chiamata del Sassuolo, trattenuto dal Milan.

Rispunta la candidatura di un milanista doc come Roberto Donadoni, che a Parma sta disputando ottime stagioni. Il suo è un nome che circola da tempo e rispetto a Inzaghi avrebbe anche molta più esperienza in campo italiano e internazionale.

Poi ci sono le idee prestigiose , ma costose, di Luciano Spalletti, a spasso dopo l’esonero dallo Zenit, e Roberto Mancini, in procinto di lasciare il Galatasaray. Entrambi però hanno ingaggi molto alti e pretenderebbero acquisti importanti fin da subito. Questi i nomi del dopo-Seedorf…