Fiorentina, Montella avvisa: “Voglio una squadra più forte. Teniamo i migliori”

Vincenzo Montella (getty images)
Vincenzo Montella (getty images)

Vincenzo Montella ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Sassuolo che si disputerà domani alle ore 19 presso lo stadio Franchi di Firenze. Il tecnico viola ha toccato diversi temi, a partire dai fatti di Roma di sabato sera nel pre partita della finale di Coppa Italia sui quali si è così espresso: “Credo sia controproducente continuare a parlarne. È un problema grande e qualcosa deve essere fatto da chi di dovere. Noi possiamo soltanto continuare con il fair play. Vorremmo tutti non vedere più serate come quella. La partita? Abbiamo iniziato a giocare dal ventesimo, però altre squadre si sarebbero sbriciolate. Noi con il gioco l’abbiamo rimessa in piedi giocandocela fino all’ultimo minuto“.

Sulla sfida di domani che sarà importante per la conquista automatica del quarto posto ha affermato: “Vogliamo vincere domani per chiudere il discorso, sarebbe un grandissimo risultato. Abbiamo speso molto sabato, i rischi di appannamento ci sono. Ho il dubbio se schierare i soliti giocatori o altri con più risorse, ma meno automatismi“.

Sul futuro Montella ha le idee chiare: “Io vorrei allenare una Fiorentina ancora più forte, anche con maggiori pressioni. Preferisco una squadra forte con molte pressioni che una più debole e senza pressioni per ottenere i risultati. La società ha sempre dimostrato di voler migliorare la squadra, questa ha già fatto anche più del massimo, quindi deve essere fatto qualcosa in più. Per migliorare le squadre bisogna tenere i migliori giocatori e cercare di prenderne altri altrettanto forti. Le idee le abbiamo. Siamo tra i pochi ad avere i bilanci in attivo, significa che la gestione della società è sana“.

Questo il giudizio sulla stagione della Fiorentina: “La squadra e la società hanno fatto un grande lavoro con un terzo o un quarto del fatturato di altre società. Va dato merito a questi giocatori per quanto fatto. L’entusiasmo dei fiorentini è più forte della delusione provata sabato sera“.

Infine dei commenti su Giuseppe Rossi e sul ds Daniele Pradè: “Farlo partire titolare domani sarebbe una forzatura. E’ guarito, non ha paura, ma non dobbiamo avere fretta. Il suo rinnovo credo sia una formalità. Ha la stima della società. Se l’è guadagnata con il tempo e nel tempo“.

Matteo Bellan