Istat: disoccupazione record in Italia. Commissione Ue annuncia: Eurozona in ripresa

Annunci di lavoro in Italia (Foto: CONTROLUCE/AFP/GettyImages)
Annunci di lavoro in Italia (Foto: CONTROLUCE/AFP/GettyImages)

Continua a crescere la disoccupazione in Italia, che secondo l’Istat toccherà nel 2014 il livello record del 12,7%, mezzo punto percentuale in più rispetto allo scorso anno. La situazione migliorerà soltanto da metà 2015 e l’indicatore calerà ancora nell’anno successivo. Spiega l’Istat nel rapporto ‘Le prospettive per l’economia italiana nel 2014-2016’: “Lo scenario di previsione è particolarmente legato alle ipotesi relative all’evoluzione della domanda internazionale, del tasso di cambio e dell’offerta di credito che sono soggette a forte incertezza nel periodo analizzato”.

Aggiunge il rapporto Istat: “Nell’anno in corso, la riduzione dell’occupazione, che ha registrato una caduta significativa a partire dalla seconda metà del 2013, sarebbe attenuata dall’atteso miglioramento del ciclo economico”. Complessa anche la situazione rispetto alla crescita del Pil; secondo l’istituto statistico, questo avrà un aumento pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell’1,0% nel 2015 e dell’1,4% nel 2016.

Più ‘roseo’ il quadro per quel che riguarda l’Unione Europea; secondo i dati diffusi oggi dalla Commissione Europea, infatti, il Pil aumenterà dell’1,2% quest’anno e dell’1,7% il prossimo anno. Migliorano anche i dati sulla disoccupazione, che lo scorso anno aveva sforato il 12%; quest’anno l’indice toccherà l’11,8% e il prossimo l’11,4%. Preoccupa invece l’indice dell’inflazione, che resterà quest’anno ancora sotto l’1%.

Redazione online