Processo Pistorius: perizia psichiatrica per l’atleta

Oscar Pistorius (Getty images)
Oscar Pistorius (Getty images)

Una perizia psichiatrica è stata disposta nei confronti di Oscar Pistorius dal giudice che presiede il processo che si sta svolgendo contro l’atleta sudafricano per l’uccisione della fidanzata Reeva Steenkamp, la notte di San Valentino del 2013. La perizia è stata ordinata per accertare se l’atleta soffra di turbe psichiche che potrebbero “renderlo penalmente non responsabile dei suoi atti”.

Il giudice ha ritenuto non sufficiente la perizia già disposta dalla difesa, dalla quale risulta che Pistorius soffrirebbe di un “problema di ansia generalizzato”, condizione che potrebbe averlo reso più vulnerabile e meno padrone di sé quando la notte del 14 febbraio dello scorso anno sparò alla fidanzata scambiandola per un ladro introdottosi in casa sua, come l’atleta ha sempre sostenuto.

Il giudice Msipa ha però ordinato un’inchiesta più approfondita sulla questione. Ora Oscar Pistorius, atleta sia paralimpico che olimpico divenuto famossissimo per i suoi straordinari successi nella corsa nonostante le protesi alle gambe, dovrà sottoporsi per circa un mese ad una serie di test psichiatrici.

Redazione