Camera dei Deputati dà il sì definitivo al Dl Lavoro

L'Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
L’Aula della Camera dei Deputati (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

E’ stato approvato alla Camera dei Deputati il Dl Lavoro. Il testo promulgato dal governo di Matteo Renzi che contiene le nuove disposizioni in materia d’occupazione è riuscito a superare l’ostacolo di una delle due camere parlamentari grazie principalmente alla scelta dell’esecutivo di porre il voto di fiducia.

Il risultato è stata una votazione che ha visto esprimersi favorevolmente 279 deputati e contrariamente 149 eletti; 3 parlamentari si sono invece astenuti.

Numerose sono le novità previste dal Dl Lavoro: dalla diversa gestione dei contratti a termine, passando per un differente modo di intendere la maternità, fino a nuove regole per l’apprendistato e per la formazione dei lavoratori.

Soddisfatto si è detto, in merito alle dinamiche parlamentari e politiche verificatesi in questa circostanza, il presidente della Commissione Lavoro Cesare Damiano: “”Il decreto legge Lavoro mantiene inalterata nella sua formulazione finale la sostanza delle correzioni apportate in prima lettura alla Camera. Questo per il Pd è un elemento di grande soddisfazione perché, nonostante i proclami del Nuovo Centrodestra, non si è tornati al testo originale”.

 

Redazione online