Berlusconi attacca Grillo su Dudù

la fidanzata di Berlusconi Francesca Pascale con il cane Dudù (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
la fidanzata di Berlusconi Francesca Pascale con il cane Dudù (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Silvio Berlusconi si scaglia contro Beppe Grillo, in difesa del suo cane Dudù, per il quale il leader del Movimento 5 Stelle aveva proposto la “vivisezione”. Una dichiarazione choc, pronunciata nella lotta senza esclusione di colpi della campagna elettorale in vista delle imminenti elezioni europee.

Berlusconi, intervenendo oggi alla trasmissione Mattino 5, ha dichiarato che quella di Grillo è una battuta che al comico genovese “è scappata”, ma, ha sottolineato, uno che pensa di fare del male a una creatura così può fare di tutto. Già nei giorni scorsi, il leader di Forza Italia aveva avvertito sulla pericolosità del fondatore del Movimento 5 Stelle, arrivando a paragonarlo a dittatori del calibro di Hitler e Stalin, ora con la campagna elettorale alle ultime battute i toni si fanno ancora più accesi.

Chiusa la parentesi Grillo, l’ex Cavaliere ha parlato dell’attuale governo e del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, definendolo “una faccia pulita, giovane, simpatica”, dietro la quale tuttavia “c’è il Pd che nonostante i tanti lifting i suoi componenti non hanno mai rinnegato la loro storia e la loro ideologia”. L’accusa di Berlusconi a Renzi è quella di guidare di fatto un governo “di sinistra”, che “aumenta le tasse sulla casa e sui risparmi italiani”.

Infine il leader di Forza Italia ha concluso il suo intervento con le promesse elettorali: “Se torniamo al governo al primo consiglio dei Ministri aumenteremo le pensioni a 800 euro, forse a mille euro e daremo la pensione anche alle casalinghe”. Berlusconi ha poi promesso anche interventi sulle imposte, con l’eliminazione dell’Irap e la riduzione dell’Irpef.

Redazione