Daniel Filipacchi, presidente onorario dell'Hachette Filipacchi Group (ALAIN JOCARD/AFP/GettyImages)

Daniel Filipacchi, presidente onorario dell’Hachette Filipacchi Group (ALAIN JOCARD/AFP/GettyImages)

 

Amazon ha deciso di dichiarare guerra apertamente ad Hachette Book Group, mentre le due stanno rinegoziando i contratti per la vendita di ebook del gruppo editoriale controllato dalla francese Lagardere da parte del colosso di Seattle.

Secondo quanto riferisce la casa editrice, l’azienda di Jeff Bezos (che anche con i propri dipendenti non ha una fama positiva,ndr) avrebbe deliberatamente ritardato le consegne dei libri di Hachette, impedendo inoltre agli utenti di effettuare pre-ordini sui titoli in uscita dell’editore. Uno degli esempi più eclatanti è “The Silkworm”(“Il baco da seta”) di J.K. Rowling (autrice della saga di Harry Potter), che sarà però pubblicato a giugno con lo pseudonimo di Robert Galbraith.

Il blocco dei pre-ordini, in particolare, potrebbe costare molto caro ad Hachette, dal momento che questi costituiscono un fattore che influenza le vendite e che permette di inserire i titoli in uscita tra i best-seller.

 

Redazione