La Farnesina conferma la morte del fotoreporter italiano Andrea Ronchelli

 

Ucraina ambulanza (getty images)
Ucraina ambulanza (getty images)

Pochi attimi fa è arrivata la conferma dalla Farnesina: Andy Rocchelli, fotoreporter italiano, è stato ucciso in Ucraina.Inoltre è stato colpito a morte anche il suo traduttore Andrei Mironov.

Le due vittime sono decedute nel villaggio di Andreevka, nella regione separatista ucraina di Donetsk. A diffondere per prima la notizia l’agenzia russa Ria Novosti, che citava un portavoce delle milizie di Sloviansk. “I cadaveri di Andy Rocchelli e dell’interprete sono stati recuperati e si trovano all’obitorio di Sloviansk”: ha riferito Roza Kazan, citando il servizio informazioni delle forze separatiste in città, dove è stato imposto il coprifuoco. Rocchelli, 30 anni, è originario di Piacenza e membro fondatore del collettivo fotografico Cesura. Da giorni si trovava in Ucraina, dove oggi si vota per le presidenziali, insieme al traduttore Andrei Mironov. Mironov avrebbe anche il passaporto italiano.

Il collettivo, contattato nella sede di Pianello Val Tidone (Piacenza), aveva confermato di non ricevere notizie del fotoreporter da 24 ore. Insieme ai due sarebbe stato ferito anche il fotografo francese William Roguelon, che ha riferito alla tv Rossya 24 di aver visto il collega italiano “giacere sul terreno e non muoversi piu'”. Roguelon è stato trasportato in un vicino ospedale.

A colpire l’auto dei tre sarebbe stato un colpo di mortaio, secondo quanto riferiscono i media russi.

Redazione online