Pensioni, Padoan: “Si aumento età”. Poi raddrizza il tiro, ma è polemica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:18
Pier Carlo Padoan (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)
Pier Carlo Padoan (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Intervenendo ieri al Festival dell’Economia di Trento, il ministro Pier Carlo Padoan ha spiegato: “Non sono a favore di una diminuzione dell’età pensionabile, ma di un graduale aumento. Mi chiedo cosa succederà in Germania dove sono andati nella direzione opposta”. Interpellato poi a margine dell’intervento da alcuni giornalisti, ha di fatto smentito quanto detto poco prima, precisando: “L’età pensionabile è già indicizzata alle aspettative di vita”.

La contrarietà di Padoan riguarda un altro punto, vale a dire “interventi per abbassare l’età pensionabile che stanno facendo alcuni Paesi”. Le sue parole, però, scatenano la polemica dell’opposizione, in particolare della Lega Nord, che con Massimiliano Fedriga, capogruppo del Carroccio in commissione Lavoro, sottolinea: “Mentre il governo Renzi spenderà 10 miliardi di euro per l’immigrazione clandestina, il ministro dell’economia si dice favorevole a mettere le mani nelle tasche dei lavoratori. Su questo la Lega Nord ha fatto e farà le barricate nelle sedi istituzionali e fuori dalle sedi istituzionali”.

“I cittadini sappiano che mentre c’è chi, come il Carroccio, raccoglie le firme per l’eliminazione della nefasta riforma delle pensioni Fornero, ci sono altri, come quelli del governo Renzi, che si dicono favorevoli al furto delle pensioni, perché colpire la previdenza è un furto a tutti gli effetti”, ha detto ancora Fedriga.

Redazione online