Istat: disoccupazione primo trimestre 2014 sopra il 13%, quella giovanile al 46%

Manifestazione per il lavoro (Foto: DAMIEN MEYER/AFP/Getty Images)
Manifestazione per il lavoro (Foto: DAMIEN MEYER/AFP/Getty Images)

Notizie drammaticamente preoccupanti sulla disoccupazione arrivano oggi dall’Istat. L’istituto di statistica comunica che nei primi tre mesi del 2014 il tasso dei senza lavoro è al 13,6%, in aumento dello 0,8% rispetto al primo trimestre 2013. Il dato peggiore è quello che riguarda i giovani dai 15 ai 24 anni, per i quali la disoccupazione nel primo trimestre è al 46%. Entrambi i dati, quello su tasso di disoccupazione generale e quello giovanile, rappresentano un record storico, il valore più alto dal 1977, da quando sono iniziate le serie storiche.

La situazione più grave è al Sud Italia, nel primo trimestre del 2014 la disoccupazione è al 21,7%, arrivando al 60,9% tra i giovani di 15-24 anni. Al Sud sono 347mila i ragazzi in cerca di lavoro, pari al 14,5% della popolazione in questa fascia d’età.

In generale, nel primo trimestre 2014 i disoccupati in Italia sono quasi 3,5 milioni, per la precisione 3 milioni 487mila, crescendo di 212mila unità rispetto al primo trimestre del 2013.

Per quanto riguarda il dato di aprile, la disoccupazione si attesta al 12,6%, stabile rispetto a marzo, ma in aumento dello 0,6% su base annua. Per i giovani tra i 15 e i 24 anni, la disoccupazione ad aprile è al 43,3%, in questo caso in aumento e ancora con un massimo storico.

Redazione