Al via le commemorazioni del 70° anniversario dello sbarco alleato in Normandia

Sullo sfondo delle tensioni della crisi in Ucraina con tanto di G7 a Bruxelles nel quale sono state ribadite le ipotesi di nuove sanzioni contro la Russia, sono iniziate le tanto attese commemorazioni del 70° anniversario dello sbarco alleato in Normandia, avvenuto il 6 giugno del 1944 e alle quali partecipano 20 leader internazionali tra i quali il presidente americano Barack Obama, il premier inglese David Cameron, la cancelliera tedesca Angela Merkel, la regina Elizabetta II d’Inghilterra, nonché la controversa figura del presidente russo Vladimir Putin, ma anche circa 1800 veterani della guerra.

Per la prima volta, l’Italia, anche se non è stata vincitrice della Guerra, è invitata alle commemorazioni quale riconoscimento dei valori italiani che scaturirono dalla Resistenza. Partecipano il capo dello Stato Giorgio Napolitano, accompagnato dal consigliere militare, il generale Mosca Moschini, e da quello diplomatico Zanardi Landi.
Ad invitare personalmente Napolitano è stato il presidente francese François Hollande, lo scorso 27 febbraio, con una lettera nella quale auspicava “che Lei possa rappresentare personalmente il vostro Paese alle celebrazioni per il settantesimo anniversario”.
Tanto che, come ricorda il quotidiano LaStampa, Napolitnno nel suo discorso per la Liberazione, il 25 aprile, sottolineò il ruolo della Resistenza come “grande moto civile ed ideale” contro il nazismo, grazie al quale l’Italia passò “dall’umiliazione alla riscossa”.
Napolitano, scrive LaStampa, ha pertanto accettato l’invito “in nome di un popolo che aveva rotto nel 1943 con il fascismo e con l’asservimento alla Germania hitleriana, e in nome delle nostre nuove forze armate che allora già combattevano in Italia insieme alle forze anglo-americane” e ricordando che “due giorni prima dello sbarco in Normandia, il 4 giugno del 1944, le forze alleate erano già entrate a Roma come liberatrici anche grazie all’eroico contributo della Resistenza romana”.

Ingente lo schieramento delle forze dell’ordine, con ben 12 mila agenti della polizia, dell’esercito e vigili del fuoco dislocati lungo un territorio di 80 km.

La giornata delle celebrazioni è stata inaugurata da Hollande con la commemorazione nazionale al Memoriale di Caen, in omaggio alle 20.000 vittime civili della battaglia di Normandia.
A seguire, la cerimonia franco americana al cimitero americano di Colleville alla quale partecipa Obama. La commemorazione è stata inaugurata da un discorso di Hollande al quale seguirà l’intervento di Obama.
Alle 11h30 è prevista la cerimonia franco britannica al cimitero inglese di Bayeux.
Seguirà alle 12h15 il pranzo ufficiale offerto ai leader e ai veterani della guerra al Castello di Bénouville. 
Fulcro della giornata sarà la cerimonia internazionale di Ouistreham dove prenderanno parte tutti i capi di Stato alle 1415.
La giornata si chiuderà con altri due eventi in programma: quello delle 17h con la cerimonia Franco-Polazzo al cimitero polacco di Urville-Langannerie e infine alle 17h30 la cerimonia Franco-Canadese al Courseulles-sur-Mer

Redazione

LEGGI ANCHE:
Sbarco Normandia: Obama e Hollande al cimitero americano di Colleville-sur-mer
6 giugno 1944: sbarco alleato in Normandia (Fotogallery)

ECCO UNA FOTOGALLERY DELLE CELEBRAZIONI:
(fonte: Getty images)