Divieto di espatrio Berlusconi: chiesto al Tar del Lazio rinvio a Corte di giustizia europea

Silvio Berlusconi (Getty Images)
Silvio Berlusconi (Getty Images)

E’ stato avanzata dai legali di Silvio Berlusconi la richiesta al Tar del Lazio di rimettere alla Corte di giustizia europea la vicenda del rigetto della richiesta dell’ex cavaliere di poter riottenere il passaporto, ritirato dopo la sentenza Mediaset.

I giudici della I sezione ter, presieduti da Linda Sandulli hanno fatto sapere che emetteranno entro i 45 giorni la sentenza.

“Abbiamo sostenuto davanti al Tar che per espatrio s’intende andare oltre il territorio della Ce; quindi, un provvedimento che limita il diritto di espatriare limita i cittadini europei e il loro diritto alla circolazione” hanno sostenuto i legali Guerino Fares, Luigi Medugno e Annalisa Lauteri sottolineando che “se si può circolare liberamente nel territorio nazionale, si deve poter farlo anche nell’intero territorio della Ce; altrimenti il concetto di cittadino europeo non esiste”.

“Proprio per questo, esistendo dubbi e incertezze sul concetto di espatrio nella normativa di riferimento, abbiamo chiesto formalmente al Tar di rimettere la questione alla Corte di giustizia” hanno poi concluso gli avvocati del leader di Forza Italia.

Redazione