Motta Visconti, la confessione del marito: “Li ho uccisi poi sono andato a vedere la partita”

La villetta della strage
La villetta della strage

La conferma è arrivata questa notte alle quattro: dopo un interrogatorio fiume, i carabinieri di Abbiategrasso hanno disposto il fermo di Carlo Lissi, 31 anni, marito di Cristina Omes (38) e dei suoi due figli Giulia e Gabriele, di 5 anni e di 20 mesi. Secondo gli inquirenti e secondo la Procura di Pavia è lui il responsabile del triplice omicidio sconvolto Motta Visconti, cittadina di quasi 8000 abitanti tra Milano e Pavia e che ha distrutto una famiglia intera.

Cristina Omes nel giorno del suo matrimonio (foto facebook)
Cristina Omes nel giorno del suo matrimonio (foto facebook)

La Provincia Pavese, edizione online, titola cosi: “Sono stato io poi sono andato a vedere la partita”. Parole terrificanti, che fanno male, non solo alle famiglie delle vittime, ma ad un’ intera popolazione e a tutti noi che dobbiamo darvi queste brutte notizie di cronaca. Se il tutto fosse confermato, sarebbe atroce.

Redazione online