Spagna: Felipe VI è il nuovo re (fotogallery)

Felipe VI Re di Spagna  (DANI POZO/AFP/Getty Images)
Felipe VI Re di Spagna (DANI POZO/AFP/Getty Images)

Oggi Felipe VI ha giurato come nuovo re di Spagna davanti al Parlamento di Madrid. A suo fianco la moglie Letizia e le due figlie, Leonor e Sofia. Al giuramento non era presente il padre Juan Carlos, che ha abdicato, perché non voleva rubare la scena al figlio. “Comincio il mio regno con profonda emozione”, sono state le prime parole di Felipe VI. Nel suo discorso di insediamento il nuovo re ha ringraziato il padre Juan Carlos e la madre, la regina Sofia, che affettuosamente gli ha lanciato un bacio dalla tribuna dell’aula del parlamento. Accanto a Sofia sedeva la principessa Elena di Borbone. Assente l’Infanta Cristina, travolta dagli scandali.

Felipe VI di Borbone, 46 anni, è diventato il nuovo re di Spagna alla mezzanotte di oggi. Ieri Juan Carlos ha firmato l’atto di abdicazione, dopo 39 anni di regno. La cerimonia di incoronazione è iniziata questa mattina al palazzo della Zarzuela, dove Felipe ha ricevuto dal padre Juan Carlos la fascia di capitano generale degli eserciti di aria, terra e mare, si è trattato del primo atto formale dell’incoronazione. La consegna della fascia è avvenuta alla presenza dei comandanti dei tre eserciti, della moglie Letizia, della madre Sofia, delle infante Leonor e Sofia e della sorella Elena. Quindi Felipe si è spostato in Parlamento per il giuramento laico davanti alle Cortes.

Per cinquanta anni re Juan Carlos e la Regina Sofia “hanno dedicato la loro vita alla Spagna, speriamo di avere il loro sostegno e la loro esperienza ancora per molti anni”, ha detto Felipe dei genitori nel suo discorso, ricevendo l’applauso del parlamento. Il re ha ricordato poi le persone colpite dalla crisi economica in Spagna, del loro bisogno di aiuto e dell’importanza di tutelare anche la loro dignità. Felipe VI ha sottolineato la necessità di un rinnovamento del suo Paese: in questo momento “ci vuole una monarchia rinnovata per un tempo nuovo”, ha detto, in una Spagna in cui i cittadini possano vivere in pace e tranquillità, in un “quadro di speranza”. “La corona deve essere vicina ai cittadini e guadagnarsi il loro rispetto”, ha aggiunto il nuovo re. Il suo discorso è stato tutto improntato sull’unità nazionale, in un momento in cui forti sono le spinte separatiste nel Paese. “La corona è il simbolo dell’unità della Spagna”, ha detto ancora Felipe, aggiungendo: “Vogliamo una Spagna in cui i cittadini e le loro preoccupazioni siano al centro dell’azione politica. Una Spagna in cui tutti i cittadini abbiano fiducia nelle loro istituzioni”.

“Sono orgoglioso degli spagnoli e orgoglioso di essere spagnolo”, ha concluso Felipe.

Una curiosità che interessa noi italiani: oltre al titolo di re di Spagna, Felipe VI ha ereditato da Juan Carlos anche quello di marchese di Oristano. Lo ha scritto oggi il quotidiano on line Linkoristano, citando un docente dell’Università di Sassari, il professor Raimondo Zucca. Il titolo risale al 1410 e fu conquistato dal re di Spagna in seguito alla sconfitta dei sardi contro gli aragonesi.  Si tratta ovviamente di una pura formalità, ma, ha spiegato il professor Zucca, “in ogni decreto sottoscritto da re Juan Carlos il titolo di marchese di Oristano è sempre compreso assieme agli altri, e così sarà ora per Felipe VI”.

Alcune immagini della cerimonia di oggi (foto Getty Images)

Redazione