Grecia: leader ecologista Vergis condannato a 37 anni di carcere

Dimosthenis Vergis (screen shot youtube)
Dimosthenis Vergis (screen shot youtube)

Il leader di Ecologisti Greci, uno dei due partiti Verdi greci, Dimosthenis Vergis è stato condannato a 37 anni e sei mesi di carcere e al risarcimento di 150 mila euro dalla Corte d’appello di Atene.

Vergis è stato riconosciuto colpevole di aver occupato illegalmente delle proprietà statali e di aver falsificato dei documenti ufficiali per rivendicarne la proprietà e per edificare.
Il terreno in questione riguarda 452 mila metri quadrati che rientrano nei beni forestali e che appartengono al demanio.
La proprietà che è stata valutata ad oltre 8 milioni di euro è situata nel comune di Aghios Stefanos, vicino al lago di Maratona, a Nord-Est della capitale.

Nella sentenza i giudici che hanno riconosciuto che l’imputato non ha mai ricevuto condanne penali, hanno anche emesso un mandato di arresto nei confronti di Vergis che non era presente in tribunale.

Vergis e il suo piccolo partito ecologista non mai stati accettati del Partito Verde formato dal gruppo degli Ecologisti Verdi di Grecia riconosciuto invece sul piano internazionale.

Redazione