Jimmy Savile (getty images)

Jimmy Savile (getty images)

Emergono nuovi e sconvolgenti particolari in relazione allo scandalo che, in Gran Bretagna, ha interessato il deceduto conduttore televisivo Jimmy Savile. Secondo un dossier reso noto dal Ministero della Sanità britannico e presentato oggi presso il Parlamento locale, l’ex conduttore di Top of the Pops avrebbe violentato oltre 200 persone tra le quali sono compresi minori e, addirittura, cadaveri.

L’attività di stupratore portata avanti da Savile per oltre 50 anni, fino alla morte dell’uomo avvenuta nel 2011, aveva la sua sede nelle numerose strutture ospedaliere che il presentatore frequentava in qualità di volontario. In tutto, secondo il rapporto presentato dal Ministero, gli ospedali e le cliniche all’interno delle quali avvennero gli stupri sono in totale 28 e si aggiungono agli studi della BBC dove, secondo precedenti inchieste, Savile avrebbe utilizzato la propria notorietà televisiva per attuare altri abusi nei confronti di malcapitati.

Savile, stando a quanto risulta dall’inchiesta, non faceva distinzioni tra uomini e donne e non si interessava dell’età della vittima, dato che gli abusati furono violentati quando avevano dai 5 ai 75 anni. La stessa profanazione di cadaveri effettuata da Savile riferita dal ministro Jeremy Hunt pare fosse il risultato di una nota passione del conduttore per il macabro e la morte.

Oggi, dopo che l’affaire Savile si è rivelato in tutta – si spera – la sua crudeltà, ha parlato ai microfoni della testata britannica The Guardian Edwina Currie, intestataria del Ministero per la Sanità all’epoca in cui Savile fu inserito come volontario nell’organico dell’ospedale psichiatrici di Broadmoor, una delle strutture in cui fu più intensa l’attività illecita dell’uomo. L’ex ministra si è detta “scioccata, sorpresa e disgustata”, ma, come riportato dal The Guardian, la stessa aveva rilasciato la seguente dichiarazione nel 1988, quando si occupava di salute mentale e Savile era stato da poco incaricato a Broadmoor: “E’ un uomo splendido ed ha la mia più totale fiducia”.

 

Redazione online