Il Consiglio europeo sceglie Jean-Claude Juncker come presidente della Commissione Ue

Jean-Claude Juncker, Candidato alla presidenza della Commissione Europea del Ppe (Getty images)
Jean-Claude Juncker, Candidato alla presidenza della Commissione Europea del Ppe (Getty images)

Il lussemburghese Jean-Claude Juncker è stato designato ieri dal Consiglio europeo di Bruxelles come nuovo presidente della Commissione europea; succederà a Barroso. La scelta dell’assemblea dei Capi di Stato e di governo dell’Unione dovrà comunque essere ratificata dal Parlamento europeo di Strasburgo. Il voto di fiducia al nuovo presidente della Commissione Ue è in calendario per il 16 luglio prossimo.

Una scelta su cui, tuttavia, non c’è stata l’unanimità dei Paesi membri. La Gran Bretagna, da sempre contraria alla nomina di Jucnker, con il premier David Cameron che ha addirittura minacciato l’uscita della Ue, e l’Ungheria di Orban hanno votato contro. Il neo presidente è stato dunque scelto a maggioranza.

Furioso David Cameron, che nel Consiglio si è trovato in minoranza. “Potrebbero rimpiangere per tutta la vita il nuovo processo” per “scegliere il nuovo presidente della Commissione”, ha scritto il premier britannico su twitter, riportando quanto dichiarato ai suoi colleghi europei in sede di Consiglio. “Mi batterò sempre per gli interessi della Gran Bretagna”, ha aggiunto.

Il Presidente del Consiglio italiano Matteo Renzi ha spiegato così la sua scelta: “Ho votato a nome dell’Italia per Juncker in una procedura che si è esplicitata in una maggioranza, perché c’era un documento – non l’avrei fatto senza documento – e perché c’era un accordo politico tra le forze di coalizione”.

Jean-Claude Juncker, presidente dell’Eurogruppo fino ad un anno fa, è stato premier del Lussemburgo dal 1995 al 2013 e Ministro delle Finanze. Alle ultime elezioni europee era il candidato alla Commissione Ue dei Popolari europei, che pur subendo un forte calo di voti hanno ottenuto la maggioranza relativa al Parlamento di Strasburgo. Durante la campagna elettorale Juncker ha detto più volte che il suo obiettivo è quello di “riconciliare l’Europa: le divisioni tra Nord e Sud, tra paesi vecchi e nuovi, non hanno senso. Voglio costruire ponti e rendere l’Europa più forte“.

Redazione