Bogotà, l’altra faccia dei festeggiamenti mondiali: uccisa una 25enne

Colombia (getty images)
Colombia (getty images)

La storica qualificazione della Colombia ai quarti di finale del Mondiale di Brasile 2014, ottenuta grazie al successo per 2-0 ai danni dell’Uruguay, ha riempito di entusiasmo gli abitanti di Bogotà, che, nonostante il divieto di vendita di alcolici per le strade, si sono dati a festeggiamenti esagerati. Una ragazza di 25 anni, durante le manifestazioni di gioia, è stata raggiunta da un proiettile vagante, ed è morta in seguito alla ferita riportata. Non si tratta, purtroppo, di un episodio isolato: a partire dalla prima gara del Mondiale con la Grecia, infatti, ben 9 persone sono morte a Bogotà.

Redazione