Delitto Scazzi: no ai domiciliari per Sabrina Misseri

Sabrina Misseri
Sabrina Misseri

No agli arresti domiciliari per Sabrina Misseri, la giovane condannata in primo grado per l’assassinio di sua cugina Sarah Scazzi, la ragazzina di 15 anni scomparsa da Avetrana il 26 agosto 2010, il cui corpo fu trovato mesi dopo all’interno di un pozzo. Sabrina era stata condannata all’ergastolo dalla Corte di Assise di Taranto, insieme alla madre Cosima Serrano, nell’aprile del 2013.

Gli avvocati della giovane, Franco Coppi e Nicola Marseglia, avevano presentato istanza per la revoca della misura cautelare in carcere, sostituendola con gli arresti domiciliari, ma la Corte di Cassazione ha rigettato definitivamente il ricorso, che era stato già respinto prima dalla Corte di Assise di Taranto e poi dalla Tribunale di Appello, che lo scorso marzo aveva confermato la decisione di lasciare Sabrina Misseri in carcere. Secondo i magistrati di Taranto, la giovane di 26 anni se scarcerata potrebbe fuggire all’estero con l’aiuto dei familiari e potrebbe inquinare le prove del processo, inducendo nuovamente il padre Michele ad autoaccusarsi, come, secondo la ricostruzione degli inquirenti, era già avvenuto al ritrovamento del cadavere di Sarah. Inoltre, per i magistrati Sabrina Misseri potrebbe commettere nuovi reati, a causa dell’efferatezza e dei futili motivi per i quali ha rapito e ucciso la cugina.

Per i legali di Sabrina Misseri, invece, la ragazza non potrebbe commettere alti delitti, visto che quello per cui è stata condannata in primo grado è stato definito dall’accusa un omicidio di impeto. La ragazza, poi, sempre secondo i suoi avocati, non potrebbe né fuggire né inquinare le prove. Secondo i suoi difensori Sabrina in carcere sta male e stante la mancanza di esigenze cautelari, come sopra argomentato, le andavo concessi gli arresti domiciliari. La Corte di Cassazione, tuttavia, non ritenuto di non accogliere questa ricostruzione, respingendo il ricorso e confermando la decisione della Corte di Appello di Tranato.

Redazione