India, miracolo tra le macerie: due persone estratte vive dopo giorni

Operazioni di soccorso a Chennai (STRDEL/AFP/Getty Images)
Operazioni di soccorso a Chennai (STRDEL/AFP/Getty Images)

Proseguono senza sosta le operazioni di soccorso dopo il crollo di una palazzina di undici piani a Chennai, in India, avvenuto due giorni fa. Oggi, a distanza di quasi 48 ore dal tragico episodio, due persone, una donna di 35 anni e un uomo del quale non sono note ancora le generalità, sono stati estratti vivi dalle macerie. Al momento del crollo, 72 operai erano al lavoro nell’edificio, mentre il bilancio provvisorio parla di 18 morti e 23 sopravvissuti, estratti vivi dalle macerie.

Intanto un funzionario di polizia, Karuna Sagar, ha spiegato a un’agenzia di stampa: “Per la rimozione delle macerie ci vorranno almeno altri due o tre giorni. Stiamo lavorando lentamente in quanto potrebbero esserci altre persone vive”. Cinque persone, tra cui l’imprenditore edile, responsabile del cantiere, sono già state arrestate dopo il crollo dalle autorità indiane. Quello di sabato è un episodio molto ricorrente in India, che deve far spesso fronte a incuria e cattiva manutenzione dei propri edifici.

Redazione online