Nuoro: istruttore sub arrestato per produzione e detenzione di materiale pedopornografico

Particolare di un'auto dei carabinieri (Getty Images)
Particolare di un’auto dei carabinieri (Getty Images)

Era incensurato e insospettabile, un istruttore di sub, di 58 anni, arrestato dai carabinieri di San Teodoro con l’accusa di produzione di materiale pornografico e detenzione di ingente materiale pedopornografico.

L’arresto è giunto al termine di un anno di indagini nell’ambito delle quali i carabinieri hanno accertato che l’uomo ha fatto spesso dei viaggi di turismo sessuale recandosi in paesi esteri dove adescava i minorenni con il denaro o con dei regali come costumi da bagno, borse, cappellini ed altri beni, chiedendo in cambio rapporti sessuali che venivano documentati attraverso fotografie e video.
Un fenomeno raccontato e denunciato dal regista teatrale Guido Cavalli nell’opera “Bambini a Dondolo”.

Durante le perquisizioni a casa dell’uomo sono stati trovati delle videocamere e delle macchine fotografiche ma anche del materiale pedopornografico, in parte da lui prodotti e in parte scaricati da internet.
L’indagine sarebbe partita da un furto nell’abitazione dell’istruttore: i carabinieri avevano recuperato la cassaforte prelevata a casa dell’uomo scoprendo all’interno del materiale compromettente che documentava atti sessuali con ragazzine e bambine.
A casa dell’uomo è stata trovata anche una foto che ritrae un bimbo legato mani e piedi e che sembra scattata nel cortile dell’abitazione di San Teodoro dove l’uomo viveva.

Redazione