Lorenzin. Stipulato patto sulla salute con le regioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24
Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin (Elisabetta Villa/Getty Images)
Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin (Elisabetta Villa/Getty Images)

La ministra alla Salute, Beatrice Lorenzin, ha fatto sapere oggi pomeriggio che è stato sottoscritto, assieme alle Regioni, il patto sulla Sanità. La notizia è giunta in seguito a una telefonata ricevuta dalla ministra di Nuovo Centrodestra da parte di Vasco Errani, presidente dell’Emilia Romagna e rappresentante degli enti regionali italiani: “Abbiamo chiuso con le Regioni il Patto per la Salute. Mi ha appena chiamato il presidente Errani”, ha affermato Lorenzin.

“Meccanismi per uniformare l’accesso ai farmaci, aggiornare il prontuario, dare maggiore spazio ai farmaci innovativi, garantire un’immissione veloce sul mercato dei farmaci nazionale, ma anche costituire un network che ci permetta di mettere insieme le centrali uniche d’acquisto regionali in modo tale da evitare la procedura per cui se nasci in un territorio hai diritto ad avere un farmaco e in altri no”, ha aggiunto Lorenzin parlando ai microfoni di Rainews 24.

“Garantire che ci sia una vera equità, penso al settore famiglia, alle famiglie numerose. Così come pensavo alle persone che hanno perso il lavoro” ha proseguito.

Sulla fecondazione eterologa, tema che è salito agli onori delle cronache recentemente e su cui il “Io credo che su questa vicenda tutti mi dovrebbero chiedere di fare bene, considerando che è un tema estremamente delicato in cui noi dobbiamo mettere in sicurezza i genitori e il nascituro e quindi prevedere una serie di misure che in questo momento non ci sono neanche normativamente in Italia per il controllo dei donatori. Abbiamo costituito al Ministero della Salute un gruppo di massimi esperti in italia per fare una serie di valutazioni entro il 28 di luglio. Dopo il 28 di luglio io sono pronta per riferire”.

 

Redazione online