papafrancesco15

Papa Francesco, intervenuto di recente al Festival nazionale della Gioventù cattolica olandese, ha concentrato il suo intervento sullo spronare i giovani a essere “rivoluzionari” come le Beatitudini di Gesù, nelle quali, secondo il Pontefice, si può trovare un programma di vita “nuovo, puro e intenso, un modello di felicità contrario alla logica del mondo”.

“Vivere senza una fede, senza un patrimonio da difendere, senza sostenere in una lotta continua la Verità, non è vivere, ma vivacchiare”, ha continuato Bergoglio. Quelli che Gesù chiama “beati”, il mondo li definisce “inutili, perdenti”, mentre glorifica “il successo a ogni costo, la ricchezza, il potere e l’affermazione di se stessi a danno degli altri”.

Proprio i giovani, secondo Papa Francesco “vogliono vivere esperienze intense. Vi incoraggio a prendere sul serio le parole di Dio. Dite no a una cultura effimera, superficiale e dello scarto, una cultura che non vi ritiene forti, che vi ritiene incapaci di affrontare le grandi sfide della vostra vita. Pensate in grande!”.

L’attenzione alle nuove generazioni del Pontefice è stata ribadita in un tweet postato oggi sul suo profilo sul social network: “Cari giovani, non rinunciate a sognare un mondo più giusto!”

Redazione