Esplode fabbrica fuochi d’artificio in provincia dell’Aquila: 4 morti, si cercano dispersi

sequestro botti illegali
Artificieri

Grave esplosione nella fabbrica di fuochi d’artificio Paolelli di Tagliacozzo, località San Donato(AQ).

Secondo una prima ricostruzione, l’incidente sarebbe avvenuto attorno alle 14 per cause ancora da accertare, e all’interno dello stabilimento stavano lavorando almeno 8 persone, tra cui anche un tecnico straniero, come ammesso in stato confusionale dal figlio del titolare, Sergio Paolelli.

Il boato prodotto dall’esplosione principale ha causato danni a vetri e persiane fino a Tagliacozzo, paese che si trova a qualche chilometro dallo stabilimento Paolelli. La seconda colonna di fumo che si vede levarsi in lontananza si trova a circa 500 metri da dove si è verificato il primo scoppio ed è stata prodotta dal materiale incandescente diffusosi da lì.

Secondo i testimoni in totale si sono avvertite distintamente tre boati, che ad alcuni hanno fatto pensare sul subito ad una scossa di terremoto. Lo spostamento d’aria, avvertito per chilometri, ha causato il frantumarsi di molte finestre e l’interruzione della corrente elettrica nei paesi vicini, con alcune persone, che si trovavano a circa 500 metri dal luogo dell’esplosione, che hanno dichiarato di essere state scaraventate a terra.

Dalle macerie sono stati estratti 4 cadaveri, mentre mancano ancora all’appello dei dispersi.

Redazione